Quanto consuma una TV a LED? Costi e vantaggi

Ti stai chiedendo quanto consuma una TV a LED? Anche se la televisione utilizza relativamente meno elettricità rispetto agli apparecchi elettrici più grandi, il modo in cui li usi può avere un impatto importante sulla sua efficienza energetica. Con il numero di elettrodomestici in crescita, cresce anche il consumo di energia. I televisori non fanno eccezione a questa tendenza e possono avere un impatto significativo sulla tua bolletta mensile se non sai quanta elettricità consuma una TV a LED. Esistono molti tipi diversi di modelli che variano in dimensioni a seconda della loro funzione. Alcuni possono essere ad altissima definizione, mentre altri offrono ancora solo qualità HD standard.

L’esatta quantità di elettricità consumata dalla tua TV dipende dalle dimensioni e dalla tipologia, nonché dalla quantità di tempo in cui la utilizzi. Se non usi spesso la tua TV, è probabile che il consumo di energia sia quasi trascurabile. Il rovescio della medaglia, se lasci la TV in funzione per la maggior parte della giornata, il costo dell’energia sarebbe probabilmente più saliente.

 

Quanto consuma una TV a LED?

Se ti stai chiedendo quanto consuma una TV a LED, in media utilizza solo 107,7 kWh all’anno, o circa lo stesso di una lampadina da 75 W! Il consumo più alto registrato è stato di 117 watt e il più basso di 10. È interessante notare che questi televisori consumano meno energia quando sono spenti che in modalità standby (0,5 W). In media, un televisore utilizza 106,9 kWh di elettricità all’anno. Il consumo TV annuo più comune è di 206 kWh.

La quantità di elettricità utilizzata da un televisore aumenta con le dimensioni. Tuttavia, c’è un’aspettativa. Lo studio mostra che, in media, i televisori da 75 pollici sono leggermente più efficienti dei televisori da 70 pollici. I televisori da 75 pollici consumano in media 203,36 kWh di elettricità all’anno. La TV da 75 pollici più comune consuma 206 kWh, con il consumo più basso di 165,7 kWh. Puoi prendere in considerazione l’acquisto di un monitor del consumo di elettricità per monitorare la cifra esatta sulla quantità di elettricità consumata dalla tua TV. Questi dispositivi sono abbastanza economici e possono essere collegati tra la presa elettrica e la spina della TV per monitorare la quantità precisa di energia assorbita dalla TV. In generale, i televisori più recenti mostrano chiaramente il loro wattaggio in modalità accesa, sulla scatola o sul televisore.

Detto questo, conoscere il wattaggio della tua TV non rivela quanta energia utilizza effettivamente. A seconda del tipo di TV, tipi diversi utilizzeranno quantità di energia diverse, anche se hanno le stesse dimensioni. Prendiamo ad esempio una TV da 32 pollici, una TV LED consumerebbe circa 30-55 watt, un LCD circa 50-70 watt, i televisori OLED utilizzano circa 60 watt e i televisori CRT utilizzano circa 120 watt.

 

Quanta elettricità consuma una TV all’ora?

La TV utilizza più di 236 watt all’ora, ma se ti piace guardarla sulla TV piuttosto che sullo schermo del tuo computer, questo numero dovrebbe essere molto più basso. I televisori da 75 pollici consumano in media 0,1145 kWh di elettricità all’ora quando sono accesi. L’italiano medio trascorre 4 ore e 15 minuti al giorno davanti alla propria televisione. Questo è solo circa il 10% in meno di tempo trascorso a guardare gli schermi rispetto a quanto tempo le persone trascorrono guidando o svolgendo altre attività quotidiane.

Secondo uno studio dei 107 migliori e più efficienti televisori sul mercato, è risultato che:

  • I televisori moderni utilizzano in media 58,6 watt in modalità On e 1,3 watt in modalità standby .
  • Il consumo energetico dei televisori moderni varia da 10 W a 117 W (da 0,5 W a 3 W in standby).
  • In media, i televisori consumano 106,9 kWh di elettricità all’anno

I televisori più vecchi, come i televisori CRT e al plasma, consumano molta elettricità rispetto ai televisori moderni e più efficienti. Tuttavia, anche questi televisori consumano una quantità relativamente elevata di elettricità nel tempo. In media, un moderno televisore efficiente utilizza 58,6 watt al massimo assorbimento di potenza. Ciò equivale a una lampadina standard da 60 W. Tuttavia, i televisori più grandi consumano da 3 a 4 volte questa quantità di elettricità.

 

Consumi di elettricità per tipologie di TV

I televisori LCD hanno iniziato lentamente a farsi strada nelle case alla fine degli anni ’90 e all’inizio degli anni 2000. Rispetto ad altri, la cosa importante di queste TV è che sono più sottili, il che ti consente di metterli su un muro per un migliore posizionamento o per scopi estetici. Gli LCD da 30 pollici sono un’ottima scelta se stai cercando di risparmiare sulla bolletta dell’elettricità perché consumano solo circa 60 watt durante la riproduzione di video, il che significa meno energia utilizzata in generale. Mentre un modello al Plasma da 42 pollici spesso assorbe da 200 a 500 kilowatt e un plasma da 60 pollici in più può utilizzare tra 500 kW e 600 kW.

Come abbiamo visto qui sopra, la TV LED media utilizza solo 107,7 kWh all’anno, o circa lo stesso di una lampadina da 75 W! Il consumo più alto registrato è stato di 117 watt e il più basso di 10. Invece una Smart TV da 100 watt in funzione per 12 ore al giorno consumerà 1200 wattora (1,2 kWh) di elettricità al giorno. E 36 chilowattora su un mese intero, che è circa i livelli di consumo medi tra le smart TV LED oggi.

Ma allora come puoi ridurre i consumi? L’utilizzo di una ciabatta con interruttore è un’ottima alternativa per risparmiare sulla bolletta energetica se non ti piace l’idea di scollegare manualmente i tuoi apparecchi uno per uno dopo l’uso. Ciò ti consentirebbe di accendere o spegnere contemporaneamente tutto sulla striscia. Un altro modo è passare a un televisore più nuovo e più efficiente dal punto di vista energetico, anche se le dimensioni rimangono invariate. Infine, puoi prendere in considerazione l’aggiornamento ai TV LED, poiché attualmente offrono la TV più efficiente dal punto di vista energetico. Altre tecnologie come OLED sono ancora in fase di sviluppo ma sarebbero destinate a superare i TV LED in termini di efficienza nel tempo a venire, a causa del modo in cui il display è realizzato e progettato.

 

Cosa determina il consumo energetico della tua TV?

Il tipo di TV che possiedi può determinare la quantità e lo stile che utilizza. Ad esempio, un televisore LCD o LED da 50″ utilizzerà meno energia di un vecchio televisore CRT. Perché producono pochissimo calore e consumano elettricità a tassi molto più bassi per le loro dimensioni. Tuttavia, c’è molto di più della grandezza del tuo schermo quando consideri questo problema: anche la qualità conta. Le dimensioni della tua TV determinano anche la quantità di energia che utilizza. Uno studio ha rilevato che i televisori con schermi compresi tra 40 e 75 pollici consumano circa il 60% in più di energia rispetto a quelli larghi fino a 50 pollici. I televisori più efficienti sul mercato consumano molta meno energia. Alcuni modelli a LED utilizzano 15 watt per un televisore da 15 pollici, che è circa 1/3 di quello di cui avresti bisogno con un vecchio set CRT e più di 2 volte più efficiente.

Se hai una casa grande, è possibile che la tua TV sia posizionata in una zona con uno scarso isolamento. I freddi mesi invernali fanno sì che più energia fluisca attraverso queste pareti e si trasformi nelle bollette del riscaldamento per mantenere le case abbastanza calde per i nostri familiari! Il posizionamento corretto può fare la differenza quando si considera la quantità di energia utilizzata dal televisore ogni giorno. Probabilmente saresti sorpreso di sapere che la durata del tempo in cui guardi la TV può influire sul tuo consumo energetico. Ad esempio, 30 minuti davanti alla CNN consumano il 10% in più di elettricità rispetto a quando è completamente spenta. Questo perché quando le persone guardano il loro canale di notizie preferito, tendono a focalizzare l’attenzione lì, quindi prestano maggiore attenzione e consumano le risorse necessarie non solo per vedere ma anche per ascoltare cosa sta succedendo intorno a loro.